Cerca nel blog

Visualizzazione post con etichetta cucina internazionale / bucătărie internaţională. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cucina internazionale / bucătărie internaţională. Mostra tutti i post

6 aprile 2017

Finto moussakà con patate, funghi e crema di semolino / Musaca falsa de cartofi ,ciuperci si crema de gris

Anno nuovo vita nuova. Così si dice ad ogni inizio dell'anno e tutti sperano che qualcosa veramente cambi. Per me è stato proprio cosi. Ho cambiato casa e località. Adesso, dopo più di un mese, ho un periodo abbastanza tranquillo, cosi riesco finalmente a scrivere sul blog.
Più avanti chi sa...visto che dobbiamo ristrutturare la casa....avrò ancora meno tempo per il blog. Nel frattempo visiterò volentieri anche i vostri blog.
Questa finta moussakà lo preparata l'anno scorso. E' praticamente un tortino di patate e funghi con crema di semolino. Un piatto unico, saporito e gustoso. Ricetta presa da qui e leggermente modificata.


Ingredienti:
500-600 g di patate
130 g di funghi champignon tagliati a fettine
100 g. di formaggio kefalograviera*
sale e pepe
olio extravergine di oliva
1/2 cipolla piccola tritata
aglio
prezzemolo
per la crema:
250 g. di latte intero
1 cucchiaio di burro
25 g. di semolino
1 uovo
50 g. di kafalograviera*

* formaggio kefalograviera è un formaggio tipico greco a pasta dura prodotto con latte di pecora e capra. Potete usare un formaggio a vostro piacimento ma non troppo stagionato e piccante. Io ho usato Parmigiano Reggiano. 

Suggerimento:
- usare metà funghi champignon e metà porcini .
- sostituire i funghi con dei carciofi saltati in padella con olio, aglio e prezzemolo.
- sostituire il formaggio greco kafalograviera con una ricotta sarda semidura salata.

Procedimento:
Pelate e lavate le patate. Se volete optare per la ricetta originale...come ho fatto io...dovete friggere le patate (affettate) , ma non devono essere troppo fritte. Se non li volete friggere, li potete cucinarle al forno. Tagliate la patata a fette e metterla sopra un foglio di carta da forno. Insaporite con sale, pepe, un filo d'olio, qualche rametto di origano e mezzo spicchio d'aglio. Chiudete il sacchettino con l'alluminio. Procedete cosi con tutte le patate. Infornate per circa un ora e mezza a 180°.
Rosolare in un filo d'olio (o burro) la cipolla tritata, aggiungere i funghi, sale, prezzemolo tritato. Cuocere a fuoco vivace.
Preparare la crema di semolino . Scaldare il latte con il burro, aggiungere il semolino. Sempre mescolando, lasciare che si addensi un po', unire il formaggio e l'uovo sbattuto.
Rivestire una pirofila con carta da forno e distribuire sul fondo le patate. Mettere metà dei funghi e metà del formaggio grattugiato.Poi ancora uno strato di patate, poi di funghi e alla fine tutta la crema di semolino. Spalmarla su tutta la superficie ,cospargere con resto di formaggio.  Infornare a forno caldo 180° finché sopra la crosticina diventa dorata.










15 novembre 2016

Nougatknödel



Ricetta di Nougatknödel lo vista tanto tempo fa sul blog di Laura - Antro Alchimista ,e mi ha conquistato subito. Nougatknödel, gnocchi dolci, tipici di Tirol. Li ho farciti come nella ricetta con crema di nocciole, ma anche con i semi di papavero.
Sono buonissimi, provateli!

Ingredienti ( per circa 12 pezzi)
400 g.di quark (o ricotta molto asciutta)
80 g.di  burro morbido
1 uovo
1 tuorlo
80 g. di semolino
120 g.di farina
un pizzico sale
scorza grattugiata di mezzo limone
farcire:
crema di nocciole
condimento:
80 g.di burro
80 g.di pangrattato
80 g.di zucchero semolato
un pizzico di cannella
salsa di fragole

Preparazione:
Montate le uova con il burro e dopo aggiungete il quark. Aggiungete la farina, il semolino, un pizzico di sale e scorza di limone grattugiata. Impastate bene ,si deve ottenere un impasto abbastanza sodo. Se l’impasto è troppo molle rischiate che si romperà in cottura. Fare riposare l'impasto in frigorifero per 1 ora. Con le mani bagnate, ricavatene delle palline abbastanza grandi . Allargate nel palmo della mano, aggiungete al centro mezzo cucchiaino di crema di nocciole (meglio fredda dal frigorifero) , e chiudere a gnocco. Dopo che ho fatto tutti gli gnocchi, prima di lesarli 3-4 a volta... li ho infarinato un po'.
Cuocete in acqua bollente salata per circa 15 minuti, avendo cura di girarli a metà cottura...con attenzione ,sono delicati.
In un tegame (meglio antiaderente) a fiamma bassa sciogliete il burro e rosolate il pangrattato. Quando il pangrattato è bello dorato, aggiungete lo zucchero e la cannella e mescolate bene. La quantità di zucchero e cannella varie secondo i vostri gusti. Scolate gli gnocchi delicatamente e passarli nel tegame con il pangrattato, avendo cura di rigirarli bene per coprirli bene con il pangrattato.
Servite con salsa di fragole. (io senza salsa di fragole)




************

Impasto di Nougatknödel e ripieno crema di semi di papavero. Semi di papavero macinati e mescolati con zucchero e poco latte.





17 ottobre 2016

Gnocchi di patate con le susine




Gnocchi di patate ripieni con le prugne ,sono uno dei dolci preferiti che ricordano la mia infanzia .
Questo piatto è simile con gli gnocchi di susine che si preparano in Friuli Venezia Giulia. In genere vengono serviti come primo piatto o anche come piatto unico; nella zona di Trieste vengono spesso portati in tavola come dessert. Questi giorni li preparo ancora, (a settembre fatti due volte) visto che fino alla fine di ottobre si trovano ancora le susine. Ecco la mia ricetta:


Ingredienti: 
per circa 12 gnocchi 

impasto: 
700 g. di patate
150-160 g. di farina 00
2 uova grandi
60 g.di semolino
un pizzico di sale
 ripieno: 
6 prugne mature (io tipo Stanley)
cannella (facoltativo)
zucchero q.b.
condimento: 
180 g. di pane grattugiato
40 g . di burro
5 cucchiai di zucchero finissimo...o di più

Procedimento:
Se le prugne che usate sono grandi, tagliatele in due o quattro , togliendo il nocciolo, passatele nel pangrattato e mescolatele con un po' di cannella e lo zucchero.
Fate sciogliere il burro in una padella , aggiungete il pane grattugiato e mescolate sul fuoco fino quando il pane grattugiato diventa dorato. Alla fine spegnete il fuoco e aggiungete lo zucchero (meglio finissimo) e mescolate bene. Zucchero mettete secondo i vostri gusti.

Lavate le patate e lessateli con la buccia ,quando sono pronte pelatele e passatele nello schiacciapatate . Lasciate raffreddare le patate schiacciate e mescolate il tutto con le uova, semolino , la farina e un pizzico di sale. Impastate bene per ottenere un composto omogeneo. L'impasto sarà leggermente umido e appiccicoso ,deve essere cosi. Se proprio è troppo umido, aggiungete solo poco farina e semolino .
Con le mani leggermente umide, prendete parte dell’impasto e formate delle polpette tonde ,schiacciate in mezzo e riempite con un pezzo di prugna, chiudete e ridate la forma tonda .
Lessate gli gnocchi in acqua bollente salata, a fuoco medio. Quando salgono in superficie, teneteli ancora circa 1 minuto e poi scolateli.
Appena scolati , li mettete due ..tre a volta dentro la padella con il pane grattugiato tostato. Passatelli bene nel pane grattugiato. Servite gli gnocchi subito caldi, volendo anche spolverizzati di zucchero a velo. Se volete servirli più tardi ..ma sempre caldi , perché cosi si mangiano e sono più buoni, .metteteli in una casseruola coperta e immersa nel’acqua calda (bagnomaria) .


*****

Questo tipo di gnocchi vengono preparati anche con impasto di choux, ricetta lo trovate qui.


16 febbraio 2016

Pakora di cipolla e zucchine / Pakora de ceapa si dovlecei




La Pakora è un antipasto fritto ,che ha origine nell'Asia meridionale, a base di verdure avvolte in una pastella a base di farina di ceci, aromatizzata da spezie. .Si cucina a partire da uno, o al massimo due, ingredienti vegetali, come cipolla, melanzana, patata, spinaci, cavolfiore, pomodoro...ecc. In India vengono mangiate a qualsiasi ora e in accompagno soprattutto a pesce e carne, ma anche da soli come snack. I pakoras più diffusi sono quelli a base di cipolla, patate, cavolfiore.

     Ingredienti:
  • 1 cipolla grande 
  • 1 zucchina grande
  • 200 g. di farina di ceci 
  • acqua q.b
  • sale q.b
  • curry 
  • paprika piccante
  • olio per friggere
nota: volendo potete aggiungere un pizzico di lievito, prezzemolo, garam masala, cumino, curcuma, peperoncino...

Procedimento:
In una ciotola  mettete la farina di ceci e aggiungete l'acqua, poco alla volta ,fino ad ottenere un composto non troppo fluido, abbastanza denso. Aggiustate di sale e aggiungete a piacere curry , un po' di paprika piccante ...o altre spezie a piacere.  Si lascia riposare circa 30 minuti per permettere alla farina di assorbire bene l'acqua. Nel frattempo pulite e tagliate le verdure...la cipolla a rondelle e le zucchine a bastoncini.
Si aggiunge le verdure al composto e si mescola bene. Si prende con un cucchiaio delle verdure con la pastella e si adagia lentamente nel olio ben caldo. Friggete a fiamma media rigirandole.
Mettete i pakoras su carta assorbente da cucina . Serviteli subito calde. Vi assicuro che sono buone anche fredde.

Suggerimento:
Per avere una pastella più croccante:  3 cucchiai  farina di ceci , 1 cucchiaio farina riso e acqua ...quanto basta per fare una pastella non fluida . Alla pastella quindi si possono aggiungere queste verdure a fette fritte singolarmente oppure tagliate a cubetti: cipolle affettate, peperoni verdi, fagiolini, cavolfiore, spinaci, tofu o ricotta pezzetti di pollo avanzato gamberetti funghi oppure cavolfiore - tagliati a fettine sottili ma anche melanzane e peperoni a fettine o altre verdure aglio e talvolta prezzemolo tritato, erba cipollina.



*****
Informazioni e ricetta pakora prese da web .




21 gennaio 2016

Alfajores argentini



Gli alfajores fanno parte della pasticceria tipica di diversi paesi sudamericani, in particolare Uruguay e Argentina. Esistono diversi tipi di alfajores. Quelli che si fanno in casa sono i cosiddetti alfajores “caseros” de maicena, ci sono quelli“della costa”, che hanno una glassa bianca o al cioccolato; quelli di Cordoba, farciti con la marmellata di mele cotogne, e quelli di Santa Fe, che hanno ben tre strati. 
In Spagna, gli Alfajor sono dolci tipicamente natalizi, dell'Andalusia e Murcia ,realizzati a partire da una pasta a base di mandorle, noci e miele, similmente ad altri dolci di tradizione araba, come il torrone o il marzapane. Possono essere a forma di cilindro compatto, fatto con la massa agglomerata con pane grattugiato, o anche con pasta di miele come ripieno. <Info web>

Ingredienti:
100 g. di burro a temperatura ambiente
100 g. di zucchero finissimo
2 uova intere
1 tuorlo
½ cucchiaino di estratto di vaniglia
100 g di farina 00
200 g. di maizena (amido di mais)
½ cucchiaino di lievito per dolci
dulce de leche per farcire
cocco rapè per decorare (facoltativo)

Procedimento:
Lavorate bene il burro a temperatura ambiente e lo zucchero con le fruste elettriche.  Quando e diventato cremoso, unite le uova una alla volta. Aggiungete poi all'impasto la vaniglia, farina ,lievito e maizena setacciate .Dovete ottenere una frolla morbida e molto malleabile. La consistenza vi sembrerà diversa da quella di una frolla normale, a causa dello zucchero a velo e della maizena. Avvolgete impasto nella pellicola e mettetelo in frigo per almeno mezz'ora. Stendete la frolla in una sfoglia spessa di circa 5 mm .Meglio stendete la frolla tra due fogli di carta da forno, in modo che non si attacchi al piano di lavoro o al mattarello. Ritagliate i biscotti con delle formine rotonde. Il mio bicchierino aveva un diametro di 4 cm.  Disponete i biscotti su una teglia ricoperta di carta da forno. Cuocete a 180° C i biscotti per circa 10-15 minuti nel forno già riscaldato. Sono cotti quando sono ancora chiari, non troppo dorati. Fate raffreddare i biscotti. Unire i biscotti a due a due con dulce de leche. Gli alfajores così assemblati possono essere rotolati nel cocco essiccato grattugiato o immersi nel cioccolato fuso. Sono buonissimi anche al naturale ,spolverizzati con zucchero a velo.
Io ho usato dulce de leche già pronto,comprato al supermercato.

Con metà della quantità ingredienti mi sono venuti 40 pezzi biscotti ,cioè 20 alfajores. Dulce de leche si pùo preparare anche in casa ,qui trovate 8 modi per fare il dulce de leche.

*****
Sono buonissimi, si sciolgono in bocca. Provateli, e poi mi sapete dire! Ricetta trovata qui.





15 dicembre 2015

Lamingtons



Da tanto tempo li volevo fare e finalmente sono riuscita. I Lamingtons, sono dolcetti australiani di pan di Spagna,  ripieni con crema di burro e zucchero (ricetta originale) o marmellata e ricoperti di cioccolato e cocco. Si possono fare senza farcitura. Io ho preferito a fare metà farciti con la marmellata di fragole e metà semplici senza farcitura. Sono cosi buoni, come me lo immaginavo!


Ingredienti: 
3 uova
15 g. di burro
125 g. di zucchero
125 g. di farina + 1/2 bustina lievito per i dolci o farina autolievitante
60 g .di fecola
per la crema al cioccolato:
100 g. di burro
80-100 g. di cioccolato fondente
60 g. di zucchero
200 ml.latte
per farcire: 
marmellata mirtilli o altro gusto
per decorare
circa 250 g. di cocco rapè

Procedimento:
Preparate la crema al cioccolato : fondere a bagnomaria il burro con il cioccolato mescolando sempre fino ad avere una crema morbida.Aggiungete lo zucchero e il latte .Fatte addensare a fiamma bassa sul fuoco. Quando è pronta, lasciatelo raffreddare.
Lavorate le uova e lo zucchero con la frusta elettrica, fino a renderle spumose. Aggiungete il burro sciolto con un paio di cucchiai di acqua calda. Aggiungete la farina, lievito e la fecola setacciate ,lavorate bene con la frusta elettrica. Versate l'impasto in una teglia rettangolare non molto grande (la mia 26x21 cm.) e cuocete in forno preriscaldato a 18 °C ,per circa 30 minuti. Lasciate raffreddare e tagliate a quadretti il pan di Spagna di circa 3 x 3 cm. Volendo, farciteli con la marmellata (io gusto alla fragola) , tagliando in due ogni quadretto e spalmando con la marmellata. Premere bene, cosi si attaccano meglio. Se no li potette lasciare cosi come sono. Immergete i quadretti dentro la crema al cioccolato raffreddata, girateli dentro un paio di volte , sgocciolate bene e poi passateli nel cocco rapè. Serviteli dopo qualche ora. Conservate i lamingtons chiusi in un contenitore ermetico in frigo per 2-3 giorni.
Fonte: http://la.repubblica.it/cucina/ 




4 dicembre 2015

Dolce con zucca e cocco / Prajitura cu dovleac si cocos



Quando ho visto questo dolce di origini thailandesi (Kanom Fuktong Nung) con la zucca e cocco, subito mi è piaciuto. Ho cambiato un po' la ricetta per quanto riguarda la cottura . Il dolce thai si cuoce al vapore .Io invece, ho preparato il dolce nel forno. Ha la consistenza simile a quella di un budino. Davvero buono, un dessert delicato e gustoso. Provatelo!


Ingredienti:
200 gr. di zucca cotta al vapore (io al forno)
200 ml. di latte di cocco
200 gr. di zucchero di canna
200 gr. di farina di riso ( si può usare anche farina di grano )
un pizzico di sale
decorare con cocco rapè disidratato ( nella riceta originale cocco fresco grattugiato)

Procedimento:
Si cuoce la zucca al vapore o al forno . Si schiaccia bene con una forchetta la polpa cotta di zucca. Si frulla con lo zucchero e il latte di cocco. Alla fine si aggiunge la farina di riso .L'impasto deve essere denso ma non troppo ,giusto a scendere della ciotola .Come il mio composto era troppo denso (il purè di zucca era ben asciutto ), ho aggiunto un po' di latte di riso. Si mette il composto in una teglia antiaderente di diametro 24 cm. Si ricopre il composto con il cocco rapè .Si cuoce nel forno riscaldato ,a 180 °-190° C per circa 1 ora. Si fa la prova dello stuzzicadenti. Alla fine cottura ,decorare sopra il dolce con cocco fresco grattugiato o cocco grattugiato disidratato.    
Fonte: qui e qui






10 marzo 2015

9 Marzo (10 Marzo) -Santi Quaranta Martiri di Sebaste e un dolce per la ricorrenza (mucenici)

Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi ricordano il 9 Marzo Quaranta Martiri di Sebaste o Santi Quaranta (santi cristiani).
Ricorrenza : 9 marzo (Occidente) 10 marzo (Oriente)




>>Dal sito Santi e Beati <<

Sebaste (Armenia), † 320 
Presso Sivas nell’antica Armenia, passione dei santi quaranta soldati di Cappadocia, che, compagni non di sangue, ma di fede e di obbedienza alla volontà del Padre celeste, al tempo dell’imperatore Licinio, dopo aver patito il carcere e crudeli torture, durante il rigidissimo inverno furono costretti a rimanere di notte nudi all’aperto su di uno stagno ghiacciato e, spezzate loro le gambe, portarono così a termine il loro martirio.
Quando tutti morirono, i loro corpi furono portati fuori città e bruciati e le ceneri disperse nel vicino fiume. Nonostante questo gesto di disprezzo verso i martiri, parti di reliquie evidentemente poterono essere recuperate e venerate poi in diverse chiese, esse giunsero nei secoli successivi anche a Brescia, in Palestina, Costantinopoli, Cappadocia.

"Il martirio dei 40 Martiri di Sebaste è un grande esempio di fede cristiana, perseveranza, sacrificio e amicizia. Infatti, sebbene originari di paesi diversi, questi erano soldati che prestavano tutti servizio presso la stessa legione dell'esercito romano"

*********




In Romania ,come tradizione per la ricorrenza di questa Festa , si preparano dei dolci di nome mucenici.  Mucenici ,in italiano vuol dire martiri.
Sono due tipi di mucenici, mucenici bolliti e mucenici al forno.
L'anno scorso ho preparato mucenici bolliti (muntenesti), tipici della regione Muntenia, Dobrogea .
La mia ricetta di mucenici lessati,  lo trovate qui.



Oggi vi lascio la ricetta dei mucenici al forno (mucenici moldovenesti) cosi come si fanno solo in alcune zone della Romania (ex. Moldova , Banat).
Sono fatti con un impasto lievitato; ecco la mia ricetta:

Ingredienti:
500 g.di farina 00
25 g.di lievito di birra fresco
1 uovo
50 g.di zucchero
250 ml. latte intero tiepido
buccia di un mezzo limone grattugiato
50 g.di burro
1 bustina vanillina
sciroppo:
300 ml. acqua
150 g. zucchero
gocce aroma vaniglia o mezza bacca vaniglia
buccia di limone
per decorare:
miele
noci tritate

Procedimento:
Sbriciolare il lievito in una ciotolina, aggiungete un cucchiaino di zucchero, po’ di latte tiepido e una manciata di farina e mescolate bene. Il composto non deve essere troppo liquido, nè troppo solido. Mettete a riposare in un posto abbastanza caldo, riparato, ben coperto. Quando il composto raddoppia, trasferirlo in una grande ciotola. Aggiungere l'uovo montato con lo zucchero. Aggiungere il burro fuso e raffreddato, il latte tiepido, la vanillina, la buccia di limone ,e per finire la farina. Non mettere tutta la farina dal’inizio, aggiungete poco alla volta. Impastare bene con le mani , sbattendo contro le pareti della ciotola circa 5-10 minuti . L’impasto finale deve essere compatto e liscio e non troppo molle o troppo duro. Se vi sembra giusto non mettete tutta la farina.Se è troppo molle aggiungete dell'altra farina. Coprite bene e lasciare lievitare l’impasto in un posto abbastanza tiepido per minimo 1 ora.
L'impasto viene suddiviso in pezzi da modellare (per 500 g.di farina circa 11-15 pezzi , dipende dalla grandezza che si vuole fare) . Formate un rotolo lungo circa 25-30 cm., poi un cerchio (come in foto) e poi attorcigliate a metà dando la forma di otto. Spennellate con uovo e lasciateli ancora nella teglia a lievitare per circa 30 minuti, in un luogo tiepido. Cuoceteli  nel forno (già riscaldato) a 180 °,per 30-40 minuti ,fino che diventino dorati. Preparate lo sciroppo. Portare a bollore l'acqua, lo zucchero, la buccia di un limone (o arancia) e la vaniglia. Quando bolle spegnere, coprire subito e lasciar raffreddare.
Quando i mucenici sono tiepidi bagnateli con lo sciroppo, anche sopra con un pennello. Spennellate sopra con il miele e mettete gherigli di noce tritati.




4 febbraio 2015

Cheesecake con ricotta e mascarpone / Cheesecake cu ricotta si mascarpone




Prima delle feste, ho preparato per la prima volta questo cheesecake. Ricetta l'ho presa dalla mia amica, ma lo trovata anche nel web,quasi simile. E' diventato il dolce preferito di casa mia, in particolare da me e mio figlio. E' squisito, non posso dire altro! Ecco la ricetta:
Image and video hosting by TinyPic



Ingredienti:

base: 
180 g. biscotti secchi -petit beurre
180 g. di burro
1 uovo (facoltativo)
crema: 
3 uova
250 g. di ricotta
250 g. di mascarpone
1 cucchiaio di farina
120 g. di zucchero
1 bustina vanillina
buccia grattugiata di un limone non trattato
per decorare: 
300 g. di marmellata di mirtilli, frutti di bosco,albicocca,fragole, pesche...ecc


Procedimento:
Tritate bene i biscotti e mescolateli con il burro fuso ( raffreddato) a bagnomaria. Disponete in una teglia (rivestita con carta da forno) il composto di biscotti, premendo con un cucchiaio ; la mia teglia era tonda diametro 24 cm. Meglio se la tortiera è apribile. Mettete nel frigo la teglia fino quando preparate la crema.Montate i tuorli con lo zucchero e a parte montate gli albumi a neve. Mescolate al composto di uova e zucchero la ricotta ,il  mascarpone, la farina ,vanillina e la buccia grattugiata di limone. Per ultimo aggiungete gli albumi montati a neve. Spalmate la crema ottenuta sulla base di biscotti .Mettete il dolce nel forno già riscaldato e cuocete a temperatura 180 ° C per circa 30 minuti .Sfornate il dolce quando sopra  è asciutto e dorato. E' possibile che in superficie si formano delle piccole crepe. Spalmate sopra il dolce caldo la marmellata. Se la marmellata è tropo densa e fate fatica a spalmarla ,mettetela in un pentolino a riscaldarla un pochino con un goccio d’acqua .Quando il dolce si è raffreddato ,mettete in frigorifero, minimo 4-5 ore prima di mangiarlo. Meglio fare il cheesecake il giorno prima .










14 gennaio 2015

Insalata russa (versione ucraina) / Salata ruseasca



Questa ricetta me l'ha suggerita una mia amica ucraina, Ulyana. E' la versione ucraina dell' insalata russa ,lei lo fa cosi. Simile all'insalata russa è insalata boeuf, insalata che si prepara molto per le feste in Romania. La ricetta lo trovate qui. Provate questa insalata ,è davvero buona!


Ingredienti:
4 patate di media grandezza
2 grosse carote
100 g. piselli lessati (anche in conserva)
100 g. di prosciutto cotto
mezza cipolla
6 cetriolini agrodolci
2 uova sode
maionese q.b
sale, pepe

Procedimento:
Fate bollire le patate (con la buccia),le carote e i piselli. Io ho usato quelli già pronti in conserva.Quando le verdure sono pronte, lasciate raffreddarsi. Tagliate in piccoli dadini, le patate sbucciate, le carote, i cetrioli, il prosciutto cotto e finemente la cipolla. Mettete tutto in una insalatiera ,aggiungete i piselli lessati e le uova sode tritate grossolanamente. La quantità di verdure lo potete variare secondo il vostro gusto. Aggiungete la maionese nella quantità che vi piace. Secondo me, non serve troppo maionese ,ma neanche troppo poca. Mescolate bene tutto e assaggiate ,cosi aggiustate di sale e aggiungete un po' di pepe se vi piace. Mettete l’insalata su un vassoio di portata ,sopra spalmate volendo dell’altra maionese e poi decorate con cetrioli, carote, fettine di uova sode , ecc. Ponete insalata in frigorifero per almeno 2-3 ore (meglio 1 giorno) ad insaporirsi prima di servire.


ricetta simile insalata russa con pesce


1 gennaio 2015

Makowiec



Prima di lasciarvi questa ricetta, vorrei fare i miei migliori auguri a tutti voi di un felicissimo e sereno 2015 ! 

Makowiec ,è un dolce di Natale polacco con i semi di papavero. La mia ricetta non è proprio identica con la ricetta tradizionale polacca. La ricetta lo presa dal blog di Erika. Nella ricetta tradizionale polacca il ripieno è composto di semi di papavero ,noci, frutta candita (arance) ,uva sultanina e alla fine il dolce si guarnisce con una glassa di zucchero,noci e canditi. Come dice Erika ,questo filone farcito con i semi dei papavero si prepara anche in Croazia...e chi sa in quale altro paese.
Per esempio in Romania, in alcune zone del paese, si prepara un dolce simile di nome "baigli". Baigli (con origini ungheresi) sono di due tipi, farciti con semi di papavero o con le noci tritate. Diciamo che il mio rotolo è praticamente simile a baigli .Un altro dolce simile a baigli e cozonac ,dolce tradizionale rumeno per le feste.


Ingredienti:
impasto:
300 g. di farina manitoba
100 g. di farina 00
25 g.di lievito di birra fresco
1 tuorlo
 30 gr zucchero
250 ml. latte intero tiepido
buccia di un mezzo limone grattugiato
50 gr.di burro
1 bustina vanillina
 ripieno:
300 g. di semi di papavero
100 g. di zucchero
2 albumi
poco latte bollente
 altro:
 30 g. di burro (fuso) per spennellare l’impasto prima di mettere il ripieno
 1 tuorlo per spennellare sopra il dolce prima della cottura
 zucchero a velo per decorare

Preparazione:
Sbriciolare il lievito in una ciotolina, aggiungete due cucchiaini di zucchero, po’ di latte tiepido e una manciata di farina e mescolate bene. Il composto non deve essere troppo liquido, nè troppo solido. Mettete a riposare in un posto abbastanza caldo, riparato, ben coperto. Quando il composto raddoppia, trasferirlo in una grande ciotola. Aggiungere il tuorlo montato bene con lo zucchero. Aggiungere il burro fuso e raffreddato, il latte tiepido, la vanillina, la buccia di limone ,e per finire la farina. Non mettere tutta la farina dall’inizio, aggiungete poco alla volta. Impastare bene con le mani , sbattendo contro le pareti della ciotola finché si formeranno all'interno delle bolle d’aria. L’impasto finale deve essere compatto e liscio e non troppo molle o troppo duro. Se vi sembra giusto non mettete tutta la farina. Coprire bene e lasciare lievitare l’impasto in un posto abbastanza tiepido per minimo 1 ora. Nel frattempo preparate il ripieno.Macinate i semi di papavero con macinacaffè o con il frullatore a immersione, come ho fatto io. Quando sono macinati diventino leggermente umidi. Mescolate i semi di papavero macinati con i due albumi un po’ montati ,non proprio a neve e lo zucchero. Aggiungere un po’ di latte bollente fino che diventa una crema ben densa, non troppo molle. Dopo aver fatto lievitare la pasta, stendetela sulla spianatoia allo spessore di 1 cm. Spennellate sulla superficie con il burro fuso. Mettete il composto di semi di papavero su tutta la superficie e arrotolate la pasta su se stessa dandole la forma di un filone, chiudendo bene le estremità. Mettete il rotolo sulla teglia da forno rivestita con della carta. Spennellate con un tuorlo sbattuto. Cuocete il dolce in forno preriscaldato ,sul ripiano di mezzo, a 180° circa 45 minuti . Fate la prova stuzzicadenti. Fatelo raffreddare e spolverizzatelo con zucchero a velo. 
                                                                           
                                                                                  *****
Se vi piacciono i dolci con i semi di papavero...io li adoro...trovate sul mio blog altre ricette come: cozonac , frittelle ai semi di papavero ,biscotti con semi di papavero,crostata con budino e semi di papavero,plumcake al limone e semi di papavero ,dolce con semi di papavero, ciambella alla ricotta con le ciliegie e semi di papavero , biscotti con farina di riso e semi di papavero.









7 novembre 2014

Triangoli di pasta brik con patate e tonno / Triunghiuri de foi brik cu cartofi si ton


La pasta Brik, chiamata anche Malsouka, è una specialità della cucina araba. Particolarmente apprezzata in Tunisia, viene utilizzata anche in Marocco e in tutto il Nord-Africa. Si tratta di una pasta sfoglia sottilissima in fogli, preparata con farina ed acqua. Viene adoperata per preparare ricette sia dolci che salate.  In Tunisia gli involtini di pasta brik sono considerati un primo piatto. La pasta brik è ideale per fare anche dei involtini primavera (involtini tipici cinesi) . La pasta brik si trova già pronta in negozi nord-africani, o in supermercati forniti di specialità etniche. Io lo presa in una macelleria islamica.
Le ricette salate sono tante e diverse...con pollo,tonno,verdure e tante combinazioni tra loro. Io ho scelto un ripieno di tonno, patate,cipolla e formaggio. Si possono fare benissimo degli involtini ,sono più facili da preparare. Triangoli o involtini...scegliete voi , ma i brik tunisini li dovete provare perché sono buonissimi.

Ingredienti:
per 20 mini triangoli      

10 brik (una confezione)
3 patate di medie grandezza
mezza cipolla
1 uovo
50 g. di tonno sotto'olio o al naturale
60 g. di formaggio grattugiato Gruyère o Emmenthal o Fontina
prezzemolo fresco tritato
sale, pepe
olio di arachidi o semi per friggere

Procedimento:
Lessate le patate con la buccia e quando sono pronte pelarle. Metterle calde in una ciotola e schiacciarle bene con una forchetta o il schiacciapatate. Quando il pure si è raffreddato, unite il tonno sgocciolato, il prezzemolo tritato, la cipolla trita finemente (stufata in poco olio) e l’uovo. Aggiungete il formaggio grattugiato . Insaporite di sale e pepe e amalgamate bene. Tagliate in due una sfoglia brik e poi piegatela in due (vedi foto).  Mettete un cucchiaino di ripieno in basso e cominciate a fare i triangoli (vedi le foto).
Per fare un involtino: utilizzate mezzo foglio di pasta brik, farcitelo con un cucchiaio di composto di tonno e arrotolatelo semplicemente,quindi friggete.Friggete i brik in olio ben caldo da entrambi lati. Mettete i triangoli su carta assorbente da cucina. Serviteli caldi.



Suggerimento :
Per fare dei triangoli più grandi e più veloci da realizzare,guardate questo filmato: http://youtu.be/WCB4E73Oyrk



28 agosto 2014

Revanì o ravanì (dolce di semolino sciroppato) / Revani (prăjitură însiropată din griş)



Questo dolce si trova in molte cucine dell'area del mediterraneo orientale, tra le quali quella israeliana, anche se con nomi diversi. Una variante molto popolare è fatta con l'aggiunta di farina di cocco.
Il ravani o revanì è un dolce a base di semolino famoso e amato anche in Grecia. E' adottato anche in Turchia con lo stesso nome di revanì. Nei paesi arabi il dolce è conosciuto con il nome di Basbousa (basbūsah) o harīsa, in Armenia con il nome di shamali. In Grecia il dolce si serve con il gelato o panna montata.  In Albania, revanì hasude è un dolce senza semolino solo con farina o fecola di patate,uova, burro, zucchero e noci tritante e non è sciroppato.Si decora con lo zucchero a velo o panna o con frutta candita.
La ricetta lo presa dal blog bucataria turceasca, (versione turca) modificandola un pochino.Un dolce semplice e fresco ,davvero buono.

Ingredienti:
4 uova
200 gr. yogurt naturale più grasso (io 100 gr.di yogurt greco e 100 g. yogurt naturale)
1 tazza di olio di girasole
2 tazze di farina
1 tazza di semolino
una bustina lievito in polvere
scorza di ½ limone
 sciroppo
5 tazze di acqua
1 tazza di zucchero semolato
 2 tazze di zucchero di canna
 aroma vaniglia
 il succo di ½ limone
suggerimento: Se ti piace più dolce,aggiungere lo zucchero in più
1 tazza di 250 ml.

Procedimento:
In una casseruola mettere tutti gli ingredienti per lo sciroppo, far bollire lo sciroppo e farlo ristringere leggermente, lasciare raffreddare. In una ciotola, sbattere le uova bene con lo zucchero, finché non diventa spumoso. A poco a poco aggiungere lo yogurt, olio, farina, semolino, scorza di limone, e alla fine il lievito. Versare il composto nella teglia da forno unta con olio e spolverata di farina o foderata con carta da forno. La mia teglia aveva come misure 22/28 cm ed il dolce è cresciuto piuttosto alto.Cuocere nel forno già riscaldato a una temperatura media di 180 gradi, circa 40 minuti fino quando la superficie è dorata. Testare con stuzzicadenti. Una volta raffreddato, rimuovere la carta, quindi versare lo sciroppo su di esso. Lasciare il dolce nella teglia per assorbire tutto lo sciroppo. Tagliare a pezzi, volendo ancor prima di versare lo sciroppo,cioè appena avete sfornato il dolce. Servire semplice o con il cocco o pistacchi, noci tritate sopra  o fette di limone, cotte in sciroppo. Conservare in luogo fresco, in frigorifero.



3 settembre 2013

Aloo Tikki (polpette di patate indiane / chiftele de cartofi indiene)

Aloo Tikki  è un antipasto o snack indiano. Si tratta di una sorta di polpetta di patate e spezie fritta. Sono varie ricette di aloo tikki , con piselli, cipolla, carote...che si aggiungono alle patate.
Si servono solitamente assieme a salsa chutney di tamarindo, coriandolo, menta (hari chutney) o anche con lo yogurt indiano e ceci.  Ecco le mie aloo tikki.


Aloo Tikki


Ingredienti:
5 patate
100 g. piselli lessati
1 cucchiaio di paprika dolce
2 cucchiaini di curry
peperoncino
curcuma (facoltativo)
zenzero
coriandolo
4 cucchiai di pangrattato
sale
olio

Preparazione:
Lessate le patate con la buccia e poi passatele fino ad ottenere una purea .Aggiungete i piselli lessati e schiacciati, il pangrattato, sale e tutte le spezie. Per le spezie vi regolate nelle quantità secondo i vostri gusti. Mescolate bene e formate delle polpette un po' piatte. Volendo, passate le polpette ancora nel pangrattato. Mettete poco olio in una padella, circa 2 cucchiai. Riscaldate bene l'olio e cuocete le polpette facendole dorare da entrambe le parti. Servite subito ben calde con qualche salsa della cucina indiana, oppure le potete usare per farcire dei panini.





30 dicembre 2012

Torta slava (dolce con la marmellata e meringa) e ...Auguri ! / Prajitura cehoslovaca cu gem si bezea


Torta slava , un dolce che lo preparato tempo fa, e di quale mi sono innamorata. Penso di rifarlo per l'Epifania. Ha una base di pasta frolla farcita con della marmellata e la soffice dolcezza della meringa. La ricetta lo trovate nel web ...più o meno simile ...nei tanti blog o forum di cucina (italiani e romeni).

Anche quest'anno se n'è andato, e il 2013 sta arrivando. Io vi faccio i miei auguri di cuore per un buon 2013, ricco di gioia e serenità!

***********************



Torta slava

Ingredienti:
-300 g di farina 00
-3 tuorli
-70 g di zucchero
-150 g di burro
-2 cucchiaini di lievito per i dolci
farcitura
-marmellata di tutti i tipi
(io marmellata di susine e noci)
per meringa
-100 g di zucchero
-3 albumi
-pizzico di sale
zucchero a velo per decorare 


Procedimento:
Frullate bene con il mixer il burro molto morbido, i tuorli ,lo zucchero. Aggiungete la farina setacciata insieme al lievito .Impastare tutti gli ingredienti,deve risultare un impasto omogeneo tipo crostata. Stendete l’impasto con un mattarello tra due fogli della carta da forno. Per essere più facile la carta da forno deve avere le dimensioni della teglia, cioè di circa 39/30 cm. La base stessa sarà abbastanza sottile ,ma cosi deve essere. Spalmate la marmellata con un cucchiaio su tutta la superficie . Montare gli albumi con un pizzico di sale , unire lo zucchero, fino a che diventa meringa. Non importa che sia ben ferma. Sopra la marmellata spalmare la meringa .Infornate il dolce a 180-200° forno già caldo, per circa 30 minuti. Quando la meringa diventa dorata togliete dal forno. Lasciate che si raffreddi bene, tagliate il dolce a quadrotti e spolverizzatelo di zucchero a velo. Si conserva perfettamente per tanti giorni, se conservata in una scatola di latta.





********************



Va urez din suflet un 2013 bun , plin de bucurii si seninatate!
La multi ani!





Ingrediente:
-3 galbenusuri
-150 gr unt
-70 gr zahar tos
-300 gr faina
-2 lingurite praf de copt
-500-600 gr. gem ..de care ne place
-3 albusuri
-100 gr zahar
-zahar pudra pentru ornat  

Mod de preparare:
Amestecam bine cu mixerul galbenusurile cu zaharul si untul moale. Adaugam faina in care am pus si praful de copt. Se amesteca bine toate , v-a rezulta un aluat omogen si fin de tarta. Il intindem intr-o foaie destul de subtire ,deoarece nu este asa mult aluat. Dimensiuni tava de circa Aluatul este destul de delicat de intins cu facaletul ,se cam desface. De aceea este mai usor sa-l intindem intre doua foi de hartie de cuptor. Putem taia hartia de cuptor de dimensiunile tavii. Cu aluatul asa intins...dezlipim o foaie de hartie de cuptor si il punem in tava doar cu una. Peste aluatul intins in tava ungem un strat subtire de gem . Daca va place mai mult puteti pune si mai mult. Se bat albusurile spuma cu zaharul si bezeaua obtinuta se pune peste gem . Nivelam cu o lingura uniform pe toata suprafata . Se pune tava in cuptorul gata incalzit la 180- 200°C . si se coace circa 30 minute. Bezeaua se va colora usor, nu trebuie sa se coloreze prea mult .Lasati sa se raceasca bine de tot prajitura . Se pudreaza si se taie patrate (sau romburi) cum ne place.
*Reteta de pe forumul Reteteculinare.ro  facuta de Crista. 

26 novembre 2012

Flan parisien (flan pâtissier) al cioccolato / Flan parisien cu ciocolata



Flan parisien o flan pâtissier , un dolce tipico francese ,composto da un guscio di pasta briseè/sfoglia o frolla con un ripieno di crema cotta alla vaniglia. Tempo fa l’ho preparato e mi è piaciuto molto , la ricetta lo trovate qui.  Di recente ho fatto la variante con il cioccolato. Non vi dico ..una vera delizia ! Ecco la ricetta.



Ingredienti:
-250 g. di pasta briseè tonda
-1 uovo + 1 tuorlo
-120 g. di zucchero estremamente fine (non a velo)
-50  g. di maizena (amido di mais)
-500 ml .latte
-150 g.di cioccolato fondente
-1 bustina vanillina o fialetta aroma vaniglia

Procedimento:
Rivestite con la pasta briseè, il fondo di una tortiera (diametro 22-24 cm. ); foderata con la sua carta da forno che trovate nella confezione. In un casseruola mettete il latte, il cioccolato spezzettato, una bustina di vanillina. Mettete la casseruola sul fuoco, a fiamma bassa e mescolate fino che il cioccolato si scioglie. Separatamente mescolate 1 tuorlo + 1 uovo con la farina e la maizena. Aggiungete poco alla volta il latte caldo , evitate a formarsi i grumi, mescolate con una frusta. Mettete tutto il composto a cuocere a fiamma bassa. Mescolate ogni tanto fino che diventa il composto come un budino denso. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare un po'.  Versate il budino /crema dentro la teglia  e infornate (forno riscaldato) a circa 180°-200° .Quando è pronto, cioè la pasta briseè diventa dorata.. togliete il flan dalla teglia e lasciate raffreddare bene su una griglia leggermente alta. Tagliate e servite il dolce freddo.


7 settembre 2012

Cous cous con gamberi, zucchine e pomodori / Cus cus cu creveti, dovlecei si rosii

Quest'estate ho preparato tante volte questo couscous . Ci piace tantissimo. E’ un’alternativa gustosa alla pasta ,si prepara veloce e si mangia anche freddo. Ecco come lo preparo.


Ingredienti per 2 persone:
couscous 
-1 bicchiere acqua /250 ml.
-1 bicchiere couscous medio
-1 cucchiaio olio extravergine
sugo
-2 pomodori maturi grandi
-3 cucchiai di olio
-1 zucchina
-2 spicchi d’aglio
-200 g. code di gamberi surgelate
-prezzemolo
-sale e pepe

Procedimento:
Portate a ebollizione 1 bicchiere d’acqua salata. Fuori dal fuoco aggiungete 1 cucchiaio di olio,versate 1 bicchiere di grani di couscous e mescolate subito. Coprite 5 minuti. Sgranate con la forchetta . Pulire i gamberi scongelati ,eliminando il filamento nero dell'intestino e l'involucro. In una padella si riscalda 3 cucchiai di olio ,mettete l’aglio tritato finemente ,rosolate velocemente e si mettete un po’ di acqua per non bruciarsi. Si aggiunge la zucchina grattugiata (fori grandi) ,i pomodori a cubetti .Cuocete a fuoco medio fino che si ammorbidisco un po’. Aggiungete i gamberi puliti ,tenete ancora sul fuoco circa 8-10 minuti mescolando ogni tanto. Se bisogno, aggiungete un po’ di acqua ,non deve rimanere troppo asciutto. Quando e pronto aggiungete nella padella il couscous sopra e mescolate bene. Aggiustate di sale ,pepate e spolverizzate con il prezzemolo fresco tritato. Si mangia caldo, tiepido ma anche freddo.




Partecipo con questa ricetta al contest " L'oroscopo nel piatto" di Raffaella, del blog  Il sorriso vien mangiando.

Il mio segno zodiacale è Vergine, proprio oggi il 7 settembre compio gli anni.
Dicono che a tavola la Vergine, predilige cibi semplici e tradizionali, disdegnando le sperimentazioni e le ricette troppo sofisticate; non ama i piatti troppo speziati, ma piuttosto quelli di facile preparazione e digeribilità.
Eh..si ... mi ritrovo abbastanza in questa caratteristica ,come questo piatto di cous cous.







27 agosto 2012

Frozen yogurt (yogurt gelato) alla fragola e lamponi / Frozen yogurt cu căpşuni şi zmeură


Per soddisfare la voglia di un dolce fresco (non sostanzioso) e riuscire a resistere al caldo di questi giorni, ho preparato lo yogurt gelato o frozen yogurt , un dolce congelato a base di yogurt , di pura origine americanaFrozen yogurt (lo yogurt gelato) è simile al gelato ma con più basso contenuto di grassi e con gusto un po' più aspro. E’ buonissimo , molto rinfrescante e leggero.
Ricetta presa dal forum di cucina rumeno, Reteteculinare.ro



      Ingredienti:
  • 200 g. di lamponi freschi 
  • 200 g. di fragole fresche
  • 250 g. di yogurt cremoso o yogurt greco
  • 2 cucchiai di miele (di più se vi piace più dolce)
  • 4 cucchiai di panna vegetale montata (ho aggiunto io)
  • 1 cucchiaino di menta secca tritata (non ho messo)
  • panna montata e frutta per decorare

Preparazione:
Lavate la frutta e frullatela bene. Volendo ,potete mettere lamponi e fragole congelate. Ho messo frutta fresca di ottima qualità. Aggiungere lo yogurt, il miele e la menta tritata e frullate bene. Alla fine aggiungete la panna montata. Mettete il composto dentro una vaschetta e conservate nel freezer. Io ho messo nelle forme da budino. Ogni mezza ora ,mescolate con una forchetta lo yogurt per evitare di formarsi cristallini di ghiaccio dentro. Quando il composto è abbastanza gelato, servire nelle coppette .  Decorate con la panna montata e frutta fresca .Se vi piace anche con dei savoiardi.
Consiglio:
Potete preparare anche con la gelatiera.Ponete gli ingredienti in una ciotola e mescolateli bene. Mettete il tutto nella gelatiera. Il frozen yogurt sarà pronto in circa 20 minuti. Sarà più cremoso.


ho decorato con panna montata o frutta fresca

Partecipo con questa ricetta alla rubrica estiva di Silvi.







16 luglio 2012

Causa peruviana con pollo / Causa peruana cu pui

Causa è un piatto peruviano ,un tortino freddo a base di patate e verdure con l'aggiunta di pesce come tonno (Causa de Atun) , o gamberi (Causa de Camarones ), o pollo e maionese
Tempo fa , ho preparato la causa con tonno ,la ricetta lo trovate qui .Questa volta ho fatto la causa con pollo. Buonissima ,mi sono piaciute tutte e due. Un piatto fresco e gustoso ,ottimo come antipasto ma anche come piatto unico.



        
      

       Ingredienti:
  • 6 patate farinose
  • maionese q.b.
  • 2-3 cucchiai olio di oliva extravergine
  • peperoncino piccante in polvere
  • pepe
  • succo di un limone
  • carne di pollo allo spiedo/carne arrosto (io 3 pezzi petto di tacchino lessato)
  • 200 g. di verdure miste al naturale -conserva (carote, patate e piselli)
  • maionese q.b.
  • decorare con olive , uova sode

Procedimento:
Lessate le patate e schiacciatele al passapatate quando sono ancora calde, lasciatele raffreddare bene. Aggiungere alle patate schiacciate ,olio ..circa 2 cucchiai, 2-3 cucchiai di maionese, il succo di un limone e peperoncino in polvere, sale, pepe e mescolate. Assaggiate, deve essere saporito e cremoso, non secco...aggiungete un po' di olio. Deve essere un po' piccante ed un po'acidulo...aggiungete un po' di peperoncino o di limone . In una insalatiera versate le verdure miste (carote, piselli, patate ), il pollo tagliato a pezzetti e la maionese ,mescolate bene. Dividete il composto di patate in due. Su un piatto da portata mettere una parte di patate e stenderla livellandola, fino ad ottenere uno strato di circa 3 cm. Sopra questo primo strato si distribuisce tutto il ripieno di carne , verdure e maionese. Si prende l’altra parte di patate e con attenzione si ricopre il tutto, livellando bene con una paletta per tagliare e servire la torta. Decorate con le olive e uova sode, mettete la causa in frigorifero. Servitela fredda a fette ,su foglie di lattuga .
Una mia considerazione: il giorno dopo è più buona ! Image and video hosting by TinyPic

 ricetta trovata su cucinaperuviana-by-mariella.blogspot.it
                       Ciao e buon inizio settimana!!! Image and video hosting by TinyPic

Blog